+34 635632009 +39 3518711203

Property for sale Gran Canaria

Mese: Giugno 2023

RISTRUTTURAZIONI IN GRAN CANARIA

RISTRUTTURARE IMMOBILI PER IL BUSINESS DEGLI AFFITTI BREVI IN GRAN CANARIA CON IMPRESA ITALIANA

Quando si decide di acquistare un immobile da destinare al business degli affitti brevi a turisti, è fondamentale affidarsi a professionisti competenti e conoscitori del territorio. È importante poter contare su consulenze esperte, incluso il supporto nella firma del rogito con procura, ma cosa succede dopo? Se l’immobile necessita di ristrutturazione, e spesso sono proprio queste proprietà “con i topi dentro” a offrire le migliori opportunità, ci si trova a 5000 km di distanza e si può rimanere disorientati su come affrontare la situazione. Ecco perché rivolgersi a un unico referente per l’intero processo significa fare davvero centro!

L’importanza della ristrutturazione non deve essere sottovalutata. Potremmo acquistare la casa più centrale, comoda e panoramica dell’isola, ma se non la ristrutturiamo e arrediamo con cura, avremo speso male i nostri soldi e attireremo poche o nessuna persona interessata ad affittarla per le proprie vacanze. È frequente sentire parlare di ristrutturazioni a basso costo proposte da persone che magari prima facevano tutt’altro mestiere, e ciò suscita un sorriso di scetticismo. Qui, però, non si tratta di dare solo una rinfrescata alle pareti o di rinnovare la cantina. Qui occorre avere un progetto di ristrutturazione vincente in mente, un piano d’intervento preciso che punti a un unico obiettivo: colpire il turista alla ricerca di un alloggio per le sue vacanze.

La concorrenza sull’isola, e in generale nelle destinazioni turistiche, è estremamente alta. La maggior parte delle case vacanza proposte presenta gli stessi mobili, gli stessi quadri con frasi evocative di relax, mare, vacanza, bottiglia di vino, calici, eccetera. Tuttavia, poche riescono a catturare l’attenzione e l’interesse del viaggiatore distratto che sfoglia le pagine dei portali di prenotazione. Sono tutte uguali! Ecco dove entra in gioco l’importanza di una ristrutturazione speciale, di un progetto unico ed esclusivo che differenzi l’appartamento da tutti gli altri e lo renda il fulcro dei pensieri e dei desideri del turista.

Una ristrutturazione con uno stile unico, l’uso di materiali pregiati e l’impiego di manodopera specializzata ed esperta, soprattutto italiana (sappiamo bene che gli italiani sono maestri nell’arte della ristrutturazione, senza togliere nulla ad altri popoli, ma è una verità innegabile). Questa scelta saprà prendersi cura in modo completo dell’immobile e di tutti i suoi dettagli, generando un risultato finale inconfondibile, perfetto e indimenticabile.

Non si può affidare il proprio investimento a un muratore qualsiasi, senza talento né esperienza, che magari lavora al vostro immobile solo nei ritagli di tempo

SIAMO FOCALIZZATI NELLA GESTIONE DI IMMOBILI PER IL
BUSINESS DEGLI AFFITTI BREVI IN GRAN CANARIA

SANZIONI PER LE CASE VACANZA ALLE CANARIE

Sanzioni per la violazione delle norme sulle case vacanze alle Canarie (Vivienda Vacacional)

SANZIONE LIEVE FINO A 1.500€

1) L’accesso o l’esercizio di attività turistiche non regolamentate in conformità con i regolamenti, violando l’obbligo di comunicazione previsto nell’articolo 13.2 a).

2) La mancanza di annunci, distintivi, segnali o informazioni di esposizione pubblica obbligatoria, il rifiuto di fornirli o qualsiasi forma di occultamento degli stessi.

3) Il trattamento scortese verso la clientela.

4) I comportamenti dissuasivi dalla richiesta di informazioni.

5) Le lievi carenze nella prestazione dei servizi, nella decorazione degli stabilimenti e nel funzionamento o nella pulizia dei locali, delle strutture e degli arredi, o nell’igiene e decoro del personale che causino fastidi agli utenti.

6) Non redigere le fatture conformemente alle disposizioni regolamentari, o non conservare le copie di quelle emesse.

7) Le azioni o omissioni che, nell’ambito dell’attività di ispezione o di verifica tecnica, comportano solo un ritardo nell’adempimento degli obblighi di informazione e comunicazione.

8) Qualsiasi altra violazione che, pur essendo classificata come grave, non meriterebbe questa considerazione a causa della mancanza di intenzionalità, natura, occasione o circostanza e, in particolare, le violazioni gravi quando sia accertato che il ripristino della legalità sia stato immediato, senza che siano stati compromessi i diritti degli utenti, o quando, accertata dall’ispezione interveniente la commissione delle violazioni previste nei numeri 1 e 3 dell’articolo 76, la legalità sia ripristinata entro il termine stabilito da essa in base all’entità e alla natura delle violazioni e al termine di prescrizione delle violazioni.

9) Non presentare entro i termini stabiliti il rapporto risultante dall’ispezione tecnica degli esercizi turistici

10) Non comunicare all’ufficio del catasto l’effettivo utilizzo dell’azienda turistica nei termini stabiliti.

L’avvertimento sarà adottato nei casi di infrazioni lievi, quando non vi sia recidiva e non si ritenga opportuna l’imposizione di una multa

SANZIONE GRAVE DA 1.501€ A 30.000€

Sospensione temporanea delle attività o dell'esercizio professionale: da un giorno a sei mesi di sospensione, in caso di recidiva.

1) Non disporre delle strutture, dei sistemi o dei servizi obbligatori, secondo la normativa turistica, o averli in uno stato di conservazione o funzionamento non adeguato.

2) Le carenze evidenti e diffuse nella fornitura dei servizi, nella decorazione degli stabilimenti e nel funzionamento o pulizia dei locali, delle strutture e degli utensili, nonché la violazione degli obblighi stabiliti nell’articolo 17.2 di questa legge.

3) Il trattamento scorretto di parole, azioni o omissioni nei confronti dell’utente turistico.

4) Mancare delle schede di reclamo obbligatorie, non fornirle ai clienti o non gestirle tempestivamente e correttamente

5) Non emettere o non consegnare al cliente turistico le fatture per i servizi resi

6) La contrattazione del personale che non possiede la titolazione o la qualifica prescritta per fornire i servizi richiesti.

7) L’ostacolazione o la resistenza all’operato dell’ispezione turistica, purché non la impedisca.

8) La mancanza di comparizione dei datori di lavoro o dei loro rappresentanti alle convocazioni effettuate dagli ispettori del turismo secondo le modalità stabilite dalla presente legge

9) Mancare o non fornire il libro di ispezione quando una norma prevede l’obbligo di averlo a disposizione.

10) La ostacolazione o resistenza all’azione di verifica, che non arriva ad impedirla, effettuata dall’Amministrazione turistica in conformità a quanto stabilito negli articoli 24.1 e 32.4, a condizione che non rientri nel numero 6 dell’articolo precedente.

11) La pubblicità turistica ingannevole, offerte equivoci o qualsiasi forma di suggestione che faccia supporre una qualità superiore delle strutture o dei servizi rispetto a quella reale.

12) L’uso di sistemi promozionali aggressivi che disturbino la tranquillità degli utenti turistici, nei termini contemplati dall’articolo 19.1 di questa legge.

13) La sovra-assunzione di posti che origina un eccesso di prenotazioni che non possono essere gestite, a meno che non venga comprovato il soddisfacimento dei requisiti previsti nei punti 2 e 3 dell’articolo 37 di questa legge e che il soggiorno sia stato soddisfacente per l’utente turistico.

14) La violazione delle norme riguardanti le prenotazioni e le cancellazioni dei posti e l’omissione della prestazione di un servizio convenuto, quando ciò comporti un evidente pregiudizio per il cliente.

15) L’esercizio professionale svolto in violazione delle norme sulla fornitura di servizi turistici.

16) La falsità nelle comunicazioni precedenti e nelle dichiarazioni responsabili nei casi non contemplati nella sezione 9 dell’articolo precedente.

17) La violazione degli obblighi di conservazione della qualità degli stabilimenti prevista da questa legge.

18) Le violazioni considerate molto gravi che, per ragioni di intenzionalità, natura, occasione o circostanze, non devono essere considerate come tali.

19) Non presentare la relazione dell’ispezione tecnica degli stabilimenti turistici, avendo già subito una sanzione per aver commesso l’infrazione prevista dall’articolo 77.9 della presente legge.

20) La violazione delle disposizioni adottate sulle limitazioni di accesso alla struttura turistica di alloggio per motivi di salute pubblica.

SANZIONE MOLTO GRAVE DA 30.001€ A 300.000€

Sospensione temporanea delle attività o dell’esercizio professionale: da sei mesi a un anno di sospensione, in caso di recidiva.

1) La costruzione, l’ampliamento, la riabilitazione, la riforma o l’apertura di strutture turistiche di alloggio, inosservando gli obblighi previsti nell’articolo 13.2 a).

2) La costruzione, l’ampliamento, il recupero, la riforma o l’apertura di strutture turistiche di alloggio, senza autorizzazione, quando per legge o per normativa, si stabiliscono limiti o restrizioni alla creazione di nuove offerte di alloggio turistico per motivi ambientali o di pianificazione territoriale, in particolare quando tali limitazioni sono giustificate dalla pianificazione territoriale in base alla capacità di carico delle isole, come stabilito dall’articolo 24.2 della presente legge.

3) L’accesso o l’esercizio di attività turistiche regolamentate, inosservando l’obbligo di comunicazione previsto nell’articolo 13.2 a); così come non ottenere le autorizzazioni previste nell’articolo 13.2 b) e g)

4) Non assumere o non mantenere in vigore la polizza di responsabilità civile secondo i termini stabiliti dalla normativa applicabile.

5) La mancata osservanza nei luoghi di soggiorno turistico degli standard turistici di densità, infrastruttura o servizio.

6) Non fornire un servizio come convenuto tra le parti, quando ciò comporti gravi danni per l’utente. 

Si considererà che i danni sono gravi quando influiscono sulla salute o sulla sicurezza degli utenti turistici o rappresentano una perdita significativa e irreversibile di denaro o valore dei loro beni.

La negazione o l’ostacolo all’azione dell’ispezione turistica che arriva a impedire l’esercizio delle funzioni che legalmente o regolamentariamente sono attribuite o il fornimento di informazioni o documenti falsi a quest’ultima

7) La negazione o l’ostacolo all’attività di verifica prevista negli articoli 24.1 e 32.4, quando si impedisca l’accesso agli stabilimenti o si renda impossibile la verifica di tutti i requisiti richiesti dalla normativa vigente per l’esercizio dell’attività o il funzionamento degli stabilimenti turistici o la loro classificazione e, in particolare, quelli che riguardano la salute e la sicurezza degli utenti turistici

8) Gli attentati e le azioni dannose per l’immagine turistica delle Canarie o di qualsiasi dei suoi luoghi turistici, che costituiscono violazioni della normativa turistica o delle leggi settoriali. Saranno considerati attentati o azioni dannose per l’immagine turistica delle Canarie o dei suoi luoghi turistici i comportamenti che falsifichino, danneggino, indeboliscano o deteriorino tale immagine.

9) La violazione delle norme legali relative al principio di unità di sfruttamento degli esercizi di alloggio.

10) La falsità nelle dichiarazioni responsabili, quando si riferisce a dati che gravemente influenzano la salute e la sicurezza dei turisti. Si comprende che la falsità influisce sulla sicurezza dei turisti quando riguarda o fa riferimento al rispetto della normativa sulla protezione antincendio, la sicurezza degli edifici e dei locali e le condizioni di igiene e sicurezza degli impianti industriali, sportivi o di intrattenimento, determinando tale falsità la nascosta situazione di rischio che la normativa violata intende evitare.

11) La mancata ottemperanza nei tempi stabiliti al dovere di rinnovo edilizio, quando ciò sia stabilito nelle determinazioni contenute negli strumenti di ordinamento e pianificazione.

12) La violazione o l’alterazione delle condizioni necessarie e determinanti per l’esercizio dell’attività turistica che hanno costituito il presupposto per l’autorizzazione o la comunicazione preventiva corrispondente.

13) La violazione dell’obbligo di conformarsi all’uso stabilito dal piano urbanistico, destinando una struttura turistica di alloggio a scopi residenziali

14) L’esercizio professionale svolto con violazione delle norme turistiche

Previous slide
Next slide

SIAMO FOCALIZZATI NELLE GESTIONE DI IMMOBILI PER IL BUSINESS DEGLI AFFITTI BREVI IN GRAN CANARIA

GESTIONE IMMOBILI CHECK-IN / OUT PULIZIE

SIAMO ALLA RICERCA DI NUOVE STRUTTURE DA GESTIRE PER AFFITTO BREVE

La “PROPERTY FOR SALE GRAN CANARIA” è attivamente impegnata nella ricerca di nuove strutture da gestire per l’affitto turistico di breve termine, tra le quali Ville, Chalet, Bungalow, Appartamenti, Duplex e Triplex. Offriamo contratti di gestione della durata di almeno 12 mesi per garantire stabilità e continuità ai proprietari. Oltre alla gestione delle prenotazioni sui portali, sui sociale e sul nostro sito istituzionale, dei check-in e check-out, pronti interventi all’immobile e agli ospiti, ci occupiamo anche delle pulizie attraverso la nostra impresa, e della gestione fiscale per il pagamento delle tasse sugli introiti generati, fornendo un servizio completo a 360 gradi.

Le zone di nostro interesse includono al Sud Meloneras, Playa del Ingles, Campo Internacional, Sonnenland, Puerto Rico, Amadores, Salobre Golf e San Agustin, al Nord Playa de Las Canteras e Santa Catalina.

Se possiedi una proprietà in una di queste aree e sei interessato ad affidarci la gestione del tuo immobile per gli affitti ai turisti, non esitare a contattarci, saremo lieti di fissare un appuntamento nei nostri uffici di Playa del Ingles oppure una telefonata o Skype per discuterne insieme e valutare le possibilità di collaborazione.

Non lasciare che il tuo immobile generi solo spese, inizialo al business degli affitti brevi affidandoti ad un partner serio e professionale che si occuperà di tutto sollevandoti da qualsiasi incombenza pratica e burocratica.

La legge in Gran Canaria stabilisce precise regole per l’affitto breve a turisti e noi le seguiamo rigidamente occupandoci della richiesta della licenza di Vivienda Vacacional, la registrazione degli ospiti, l’allineamento alle direttive concernenti l’alloggio, il suo allestimento, le assicurazioni ecc… per far sì che tu dorma sonni sereni e che il nostro lavoro si svolga legalmente al riparo da multe e denunce. 

Contattaci per maggiori informazioni ai nostri recapiti telefonici o email

+34 635632009   +39 3518711023

 

SPESE DETRAIBILI VIVIENDA VACACIONAL

QUALI SONO LE DETRAZIONI FISCALI PER CHI HA UNA CASA VACANZE CON REGOLARE LICENZA DI VIVIENDA VACACIONAL ALLE CANARIE?

Sono in molti che mi pongono questa domanda durante i colloqui informativi telefonici o presenziali, quindi ho deciso di riassumerle qui di seguito per maggiore chiarezza.

UTENZE VARIE

Le spese sostenute per le utenze della tua attività di Vivienda Vacacional possono essere dedotte come costi operativi essenziali per il tuo business. Queste spese includono tipicamente le bollette per l’energia elettrica, bollette dell’acqua, i costi relativi alla connessione internet….ma non solo.

COSTI ORDINARI DI AMMINISTRAZIONE DELLO STABILE

Le spese di amministrazione condominiale che possono includere il mantenimento dello stabile in cui è ubicato l’immobile, la manutenzione dei giardini e della piscina se presenti, il mantenimento della contabilità da parte dell’amministratore che in Canaria molto spesso è rappresentato da una società.

SPESE DI PULIZIA

Anche le spese di pulizie, se effettuate da ditte specializzate o imprese di settore, possono essere portate in detrazione. Quando si utilizzano infatti servizi professionali per la pulizia dell’alloggio, il lavaggio biancheria e il mantenimento di questa, le relative spese possono essere considerate deducibili.

COMMISSIONE DEI PORTALI DI PRENOTAZIONE E DI GESTIONE

Ovviamente si potranno poi detrarre tutte le fatture relative alle commissioni dei vari portali di prenotazione turistica, come ad esempio Booking, Airbnb, VRBO, e altri che per fornirti visibilità richiedono in cambio il pagamento di una percentuale sui tuoi introiti da affitti. Questa percentuale  ti sarà anche richiesta dall’eventuale agenzia o persona, società che si occupa della gestione della tua vivienda vacacional (checkin, checkout, assistenza all’immobile e al turista, pronto intervento, supervisione servizio di pulizia e mantenimento immobile) e sarà anch’essa deducibile dalle tasse.

PREMIO ASSICURATIVO

La legge sulla Vivienda vacacional impone la sottoscrizione di una polizza assicurativa specifica che copra i danni eventuali causati da turisti, a terzi, atmosferici o al contenuto dell’immobile per qualsiasi evenienza. Il premio annuale che paghi per questa assicurazione sarà deducibile, secondo la legge sull’imposta sul reddito delle persone fisiche , dalle tue tasse dell’anno di riferimento. 

SPESE PER ATTREZZATURE O DOTAZIONE DELL'IMMOBILE

Quando si possiede una casa vacanze ci sono numerosi dettagli da curare per garantire un’esperienza piacevole ai propri ospiti. Dalla biancheria da bagno e da camera sempre in ottime condizioni, non macchiata e di buona qualità, i piccoli elettrodomestici quali moka, bollitore per l’acqua, pentolame di dimensioni varie e utensili da cucina non rovinati nè arrugginiti. Tutti gli acquisti effettuati per la tua attività possono fare la differenza sulla tua rendita e sono deducibili dalle tasse.

PRONTI INTERVENTI E MANUTENZIONE

Sono ammissibili alla detrazione anche tutte le spese sostenute per interventi di emergenza eseguiti da professionisti come elettricisti, idraulici o similari, nonché per lavori di piccola manutenzione come la pittura delle pareti o la riparazione di serrature da parte di un falegname.

I SERVIZI DI TERZE PARTI

Per la gestione della tua attività potresti aver bisogno di terze parti professionali quali commercialista, avvocato, agenzia immobiliare…tutti gli onorari di questi professionisti inerenti la tua casa vacanze sono detraibili dalle tasse.

IMPOSTE

Le tasse sull’immobile, come l’Imposta sugli Immobili Urbani (IBI) e la tassa per la raccolta dei rifiuti (Basura), che rappresentano imposte municipali proprie e coprono i costi legati alla proprietà e alla gestione dei rifiuti, possono essere dedotte dalle imposte personali o aziendali. 

SUGGERIMENTO

Per garantire una gestione accurata delle tue spese, è necessario conservare le fatture dei fornitori di servizi. Tuttavia, è importante tenere presente che la possibilità di detrarre tali spese è limitata in base al numero di giorni in cui hai avuto ospiti.

Assicurati quindi di mantenere una copia di tutte le fatture dei fornitori di servizi all’immobile e professionisti che hanno operato durante il periodo in cui hai ospitato i tuoi clienti o in riferimento comunque ad una prenotazione avvenuta presso la tua casa vacanza.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI NON ESITARE A CONTATTARMI

INVESTIRE ALLE CANARIE

PERCHÈ MOLTI INVESTITORI IMMOBILIARI PREFERISCONO INVESTIRE ALLE CANARIE CHE NEL RESTO DEL MONDO?

Ci sono diversi motivi per cui un investitore immobiliare potrebbe considerare di investire a Gran Canaria o nelle Isole Canarie in generale. Ecco alcuni dei motivi principali:

  1. Turismo: Le Isole Canarie sono una delle destinazioni turistiche più popolari in Europa. Ogni anno, milioni di turisti visitano queste isole per godersi il clima subtropicale, le spiagge, le attività all’aperto e l’atmosfera rilassata. Ciò crea una forte domanda di alloggi turistici, come appartamenti, case vacanze e hotel, offrendo opportunità di investimento stabili nel settore immobiliare turistico.
  2. Clima favorevole: Le Isole Canarie godono di un clima eccezionalmente piacevole tutto l’anno, con temperature medie che variano tra i 20°C e i 30°C. Questo clima attrae molti visitatori durante l’inverno, in cerca di un clima caldo e soleggiato. L’attrattiva di un clima piacevole contribuisce alla stabilità e alla richiesta di alloggi turistici, favorendo gli investimenti immobiliari.

  3. Tasse e incentivi fiscali: Le Isole Canarie offrono vantaggi fiscali interessanti per gli investitori immobiliari. Ad esempio, esiste una tassazione agevolata sull’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (IRPF) e sull’Imposta sulle Società (IS), nonché una riduzione dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) per le attività turistiche. Questi incentivi fiscali possono rendere gli investimenti immobiliari più redditizi e attraenti.

  4. Stabilità politica ed economica: La Spagna, di cui le Isole Canarie fanno parte, è un paese democratico con un’economia stabile. Questo fornisce un ambiente favorevole agli investimenti immobiliari, garantendo un quadro giuridico stabile e regole chiare per gli investitori stranieri.

  5. Crescita del settore immobiliare: Il settore immobiliare nelle Isole Canarie, e in particolare a Gran Canaria, è in costante crescita. Ci sono molte opportunità di sviluppo immobiliare, sia per nuove costruzioni che per ristrutturazioni. Inoltre, ci sono diverse zone turistiche e residenziali in espansione che offrono opportunità di investimento interessanti.

  6. Qualità della vita: Le Isole Canarie offrono una qualità della vita elevata, con una combinazione unica di paesaggi naturali, spiagge, attività all’aperto e infrastrutture moderne. Le persone che cercano una casa per viverci a tempo pieno o per trascorrere le vacanze possono beneficiare di un ambiente piacevole e di un’ampia gamma di servizi e attività ricreative.

Naturalmente, come per ogni investimento immobiliare, è importante condurre un’attenta analisi di mercato e valutare i rischi e i potenziali rendimenti prima di prendere una decisione.

Fissa Appuntamento
Consulenza Gratuita, ricevo nel mio Studio solo su Appuntamento. Per fissare un Appuntamento compila il Form cliccando sul tasto
Scroll to top